Arriva su Youtube “Inverno”, quinto videoclip ufficiale della band sarda La Pioggia, progetto musicale indipendente di Andrea Cannucci e Giuseppe Aledda, già sulle scene dallo scorso aprile con l’Ep omonimo “Inverno”, presente su tutte le piattaforme digitali.
Realizzato e diretto dal fotografo Riccardo Melosu, con la collaborazione di Gianni Dettori per Sardinia Image Agency, il video è stato girato tra il Lazio e la Sardegna, e traspone in immagini le atmosfere musicali malinconiche del brano, che racconta l’amore tormentato e costretto alla distanza tra i due protagonisti, interpretati dagli attori Emilio Puggioni e Vanessa Barrui; paesaggi innevati e immagini in interni si alternano per costruire una narrazione intima e fluida, sulla linea
della melodia musicale. Il video è stato presentato in anteprima lo scorso 10 novembre al The Hor – Music Club di Sassari e l’ 11 novembre al FABRIK di Cagliari.

La Pioggia è un progetto artistico nato da un’idea di Andrea Cannucci e Giuseppe Aledda che, dopo diverse esperienze in altri ambiti musicali, hanno trovato ispirazione nel cantautorato italiano, sia nella scrittura di brani originali, sia nell’omaggio a grandi artisti come Luigi Tenco, di cui hanno reinterpretato il brano “Vedrai vedrai” (uscito anche con un videoclip nel marzo 2017, per la regia di Joe Bastardi). La loro ricerca verte su una dimensione musicale intima e personale, con venature che riportano anche alle sonorità acustiche del grunge, come si evince dai quattro brani raccolti nell’Ep di esordio “Inverno”, a cui si aggiunge il riuscito e originale arrangiamento della cover di
Tenco. L’album, autoprodotto, è stato registrato e mixato da Samuele Dessì nel suo Noize Lab Studio a Cagliari e impreziosito dal mastering di Andrea Suriani agli Alpha Dept. Recording Studios di Bologna.

Parallelamente all’attività dal vivo, il primo album full-lenght di La Pioggia, con nuovi brani, è in fase di produzione.

Contatti
Mail: lapioggia.86@gmail.com

Link: Facebook Instagram Youtube

Leggi un\'altra storia:  I 20 ANNI DELL’ASSOCIAZIONE CULTURALE CHINE VAGANTI