Può una passione scoppiata quasi per caso trasformarsi in un mestiere? Certo che può succedere, ma solo quando il talento incontra la determinazione, la voglia di fare e di arrivare.
Stefania Gambella, 25enne di Carbonia, è una fotografa e consulente di web marketing che è riuscita a fare della sua passione una professione. Dalle sue parole emerge un amore spasmodico per l’arte fotografica.

La mia passione per la fotografia è iniziata in una data precisa (o quasi). Era il 2008, era estate ed ero in vacanza. In quel momento ero talmente stupita e meravigliata da quello che mi circondava che ho sentito il bisogno di immortalare quello che vedevo. Sono rientrata a casa, ho speso tutti i miei risparmi per comprare la mia prima reflex e da allora non ho più smesso di fare foto.

Sebbene Stefania non sia nata in una famiglia di fotografi, l’amore della madre per l’arte figurativa ha probabilmente influito sulla sua attitudine a cercare la bellezza nelle immagini.

Mia madre è appassionata di disegno e pittura: mi piace pensare che la vena artistica l’abbia presa da lei, anche se purtroppo io non so disegnare.

Parafrasando un modo di dire un po’ abusato, si può dire che Stefania sia una self-made photographer: le sue capacità le ha affinate con tanta pratica… e tanto web 2.0.

Ho fatto solo studi da autodidatta, si può dire che il mio primo insegnante è stato Google. Il più grande ringraziamento lo devo dare probabilmente alla prima piattaforma in cui mi sono iscritta per postare le mie foto, Flickr. Mi hanno ispirato tantissimo tutte le persone che ogni giorno postavano le loro foto, Flickr mi ha aiutato a fare pratica e a trovare un mio stile visuale.

Stefania Gambella foto tavola

La volontà, unita alle capacità, portano lontano: Stefania ha raggiunto un grande obiettivo, riuscire a trasformare la sua passione in una professione vera. Mica poco, di questi tempi.

Vivo a Carbonia, ma viaggio ogni giorno per lavoro a Cagliari. Da un anno mi occupo di web marketing per Reporter Gourmet, un’editoriale di alta cucina e parallelamente mi occupo di fotografia. Nello specifico realizzo foto per brand e offro piccoli servizi di consulenza sulla fotografia o Instagram.

Dietro la professionalità di Stefania c’è la curiosità di una ragazza che non dà nulla per scontato e immortala ogni cosa che le sembra degna di essere fissata su pellicola (virtuale).

Sono una persona a cui piace sperimentare, probabilmente il mio genere preferito è lo still life, ovvero la fotografia che immortala oggetti inanimati (quindi dal semplice libro al cibo). Mi piace fotografare tutto ciò che considero bello, mi considero un esteta: la mia passione per la fotografia è principalmente mossa per immortalare la bellezza che mi circonda.

Stefania Gambella - fiori

Se è vero che Stefania è riuscita a trasformare la passione in professione, è altrettanto vero che l’essere una professionista implica una serie di incombenze che poco hanno a che fare con l’arte e la comunicazione. Tuttavia, la cosa importante resta scattare foto belle, semplicemente.

Le difficoltà a mio parere nascono quando la passione si incontra con il fatturato. Io creo delle fotografie per alcuni brand dietro compenso. La parte che mi piace di meno è dover gestire tutta la parte amministrativa ed economica. Più che abbandonare, devo ancora capire se un giorno vorrò vivere solo di questo. Qualunque sarà la mia decisione una cosa è certa: non smetterò mai di scattare.

Un mondo su misura

Quando una passione brucia così intensamente è difficile farne a meno, soprattutto per persone che, come Stefania, trovano nell’arte un modo per esprimere sé stessi senza alcun filtro.

Faccio fotografie perché è l’unica attività in cui mi sento me stessa, in cui mi isolo e creo un mondo a mia misura, immagine e somiglianza. Mi piace tutto del processo fotografico: mi piace ideare, comporre, scattare, post produrre e condividere i miei lavori sul web.

 

Leggi un\'altra storia:  Daniela Serpi, molto più di una fotografa

Stefania si è già tolta belle soddisfazioni: i brand hanno cominciato ad apprezzare i suoi scatti e le hanno chiesto di collaborare già diversi anni fa, per non parlare del pubblico, il suo pubblico.

La prima è stata nel 2011 in cui ho scattato un piccolo servizio di alcuni gioielli negli studi di Vogue Italia dopo aver vinto un loro concorso. Poi considero grandi soddisfazioni aver avuto un pubblico affiatato sia su Flickr qualche anno fa che oggi su Instagram e infine, ma non meno importante, considero soddisfazioni ogni qualvolta un brand mi sceglie per fare delle foto ai loro prodotti.

Stefania Gambella - foto 3

Cosa porta essere una fotografa professionista? Entusiasmo, appagamento, felicità; anche sofferenza, certo, ma una dolce sofferenza.

Fotografare porta in dote bellezza, libertà, gioia, stanchezza. L’ultima però la accolgo sempre e solo con il sorriso sulle labbra.

E col sorriso sulle labbra Stefania va alla ricerca di nuove esperienze professionali e umane.

Sono una persona con tante passioni e idee, questo mi porta quindi ad evolvermi continuamente e con loro anche i miei progetti e ambizioni. Sicuramente nell’immediato futuro sto studiando un modo per vendere le mie foto a chi ha un’attività sul web e ha bisogno di immagini da usare per i suoi canali e parallelamente creare un format per aiutare le persone a creare delle fotografie che le rispecchino.

Stefania è una fotografa con le idee molto chiare sulla sua professione. Il suo futuro è tutto da scrivere e da vivere: ciò che non morirà mai, invece, è il suo desiderio di immortalare la bellezza, sempre.